giovedì 17 marzo 2011

SEBADAS



Le sebadas o seadas sono un dolce tipico sardo anche se in origine era considerato un secondo piatto : infatti, a casa mia, mio marito e mio figlio, lo mangiano come secondo.
La tradizione vorrebbe che si utilizzasse il miele di corbezzolo ma, poi, ognuno mette quello che vuole.
Alcuni anzichè il miele, usano lo zucchero semolato.


Sfoglia
Semola finissima   400  gr.
Farina 00   200  gr.
Strutto   150  gr.
Sale   .
Acqua tiepida  q.b. ( circa 300 gr. )

Ripieno
Formaggio pecorinofresco   600  gr.
Scorza di limone grattugiata   2
Miele

Preparare la pasta : io ho usato la planetaria.
Impastare tutti gli ingredienti insieme : incorporare l’acqua tiepida poco per volta.
Avvolgerla nella pellicola e farla riposare per circa 30 minuti.

Per quanto riguarda il ripieno ci sono varie versioni.
Io, oggi, ho fatto quella che ho sempre visto fare a mia mamma.

1° versione ( procedimento di mia mamma)
Grattugiare il formaggio con il mixer e unire la scorza dei limoni grattugiata.


2° versione
Tenere il formaggio fuori dal frigo per 2 giorni.
Mettere il formaggio in un tegame con 120 gr. di acqua.
Appena l’acqua inizia a bollire, il formaggio inizierà a sciogliersi.
Quando il formaggio comincia a sciogliersi, unire la scorza di limone grattugiata e la semola.
Farlo raffreddare.
Formare delle palline e metterle su un telo in semolato.
Schiacciarle.

Assemblaggio.

Trascorso il tempo di riposo, stendere la pasta ad uno spessore sottile ma non troppo.
Tagliare dei cerchi di circa 11-12 cm. di diametro.
Mettere al centro il formaggio (abbondare altrimenti rimangono mezzo vuote) e coprire con un altro disco.



Sigillare molto bene i bordi : si può fare anche con i rebbi della forchetta tanto una volta fritte non si vedono i segni).



Friggere in olio caldo per pochi minuti.


Si servono facendo colare sopra del miele.




7 commenti:

Federica ha detto...

ma dai sono eccezionali!!!!!!!!complimenti!!! li segno!

Debora ha detto...

fantastici!! sono anni che non le mangio!! dall'ultima volta che sono andata in Sardegna!! e si che ho anche i parenti li! :-P

Makenia ha detto...

Il mio dolce sardo preferito!!!
ma non le ho mai fatte...le ho sempre comprate quando vado in Sardegna e arrivata a casa le metto nel congelatore...quando ne ho voglia ne tiro fuori una,scongelo e preparo...tu sei bravissima a farle in casa...complimenti!!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! ma che particolare il sapore di questi dolcini! ricercati e tutti di una tradizione davvero poco conosciuta!
un bacione

Erica ha detto...

particolarissimo!!

Farfallina ha detto...

Ma è un dolce??? Davvero particolare non lo conoscevo. Brava, bella preparazione ;D
Baci, Laura

Margi ha detto...

Grazie a tutti.

èer farfallina: sono un dolce anche se originariamente veniva servito come secondo.