domenica 27 febbraio 2011

Pardulas


Per la pasta
Farina   215 gr.
Semola finissima   85 gr.
Strutto   50 gr.
Acqua tiepida   100 gr.

Per il ripieno

Ricotta   400 gr.
5emola finissima   50 gr.
Farina   50 gr.
Scorza di un’arancia grattugiata
Uovo   1
Zucchero   150-200 gr.
Zafferano   1 bustina


Preparare la sfoglia.
Impastare insieme tutti gli ingredienti a mano o nell’impastatrice.
Passarla nella macchinetta per la pasta e tirare una sfoglia abbastanza sottile (senza esagerare però!!!!!).
Tagliare dei cerchi di 8-10 cm con una coppa pasta.

Ora pensiamo al ripieno.
Mettere in una ciotola la ricotta e schiacciarla con una forchetta.
Aggiungere tutti gli altri ingedienti ed amalgamare bene.
La consistenza deve essere tale da poter formare delle palline.

A questo punto, fare una pallina e metterla al centro di ogni dischetto.


Ora, sollevare la pasta e, con il pollice e l’indice, pizzicare la pasta ad intervalli regolare lungo tutta la circonferenza : praticamente questo farò da contenitore per il ripieno.


Sistemarle su una teglia foderata di carta forno.
Cuocerle nel forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti : la superficie deve essere dorata.

Una volta fredde, cospargerle di zucchero a velo

Ho constatato che sono più buone il giorno dopo.

venerdì 25 febbraio 2011

Fatti fritti




Questo è un dolce che qui in Sardegna si chiama "fatto fritto" o semplicemente "fritto".
Per anni li ho fatti ma non ne rimanevo completamente soddisfatta...mancava un qualcosina....
Dopo tante ricerche ho fatto un mix di tutte le ricette che avevo e questa volta sono veramente contenta.
Anche mio marito, che è moooooolto critico, questa volta ha detto che erano perfetti.
Io ho dimezzato la dose e me ne sono venuti 25.





Farina   1 kg.   ( 600 gr. farina 00 e 400 farina manitoba)
Zucchero   150 gr.
Sale   20 gr.
Latte   250 gr.
Lievito di birra   70 gr.
Vanillina   1 bustina
Uova   4
strutto   150 gr.
Scorza d’arancia   1
Scorza di limone   1
Succo d’arancia   1
Acquavite   1 bicchierino
Lievito per dolci   1 bustina


Per mezza dose :
Farina   ½  kg.   ( 600 gr. farina 00 e 400 farina manitoba)
Zucchero   110 gr.
Sale   10 gr.
Latte   125 gr.
Lievito di birra   35 gr.
Vanillina   1 bustina
Uova   2
strutto   75 gr.
Scorza d’arancia   1
Scorza di limone   1
Succo d’arancia   1
Acquavite   ½  bicchierino
Lievito per dolci   ½  bustina


Ho aumentato un pochino la dose di zucchero.
Il latte deve essere tiepido.
Sciogliere lo strutto ( io l’ho fatto nel microonde).
Usare il gancio.
Dividere il latte in due bicchieri e, in no, sciogliere il lievito di birra.
Mettere nell’impastatrice le uova con lo zucchero e la scorza d’arancia  del limone e lavorarle pochissimo (circa 20-30 secondi).
Setacciare la farina 00, la farina manitoba, la vanillina e il lievito per dolci.
Aggiungere il sale.
Versare nell’impastatrice un po’ del mix di farina, alternando con il succo d’aranncia e il latte.
Lavorare per circa 15 minuti.
Verso la fine, unire il latte in cui è stato sciolto il lievito di birra.
Il composto deve risultare non appiccicoso.
Il segreto per una buona riuscita è di mettere i liquidi lentamente, facendoli assorbire prima di aggiungerne altro.
Terminata la lavorazione, versare l’impasto sull’asse, mettendo solo un velo di farina.
Trasferire in un grosso contenitore e coprire.
Far lievitare (io l’ho rimesso dentro il forno) per circa 2 ore o fino a quando raddoppia di volume lontano da correnti d’aria.


giovedì 24 febbraio 2011

Ciambellone alla nutella

E' molto buona e velocissima da preparare...provatela !!!

burro  100 gr.
farina   300 gr.
lievito per dolci  1/2  bustina
latte   1/2  bicchiere
uova   3
zucchero   200 gr.
nutella
zucchero a velo



Sbattere con le fruste elettrice le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
Unire la farina setacciata e il burro fuso tiepido.
Sciogliere il lievito nel latte e incorporare anche questo al composto.
Continuare a lavorare.
Versare il composto in uno stampo per ciambelle da 25 cm. di diametro.
A questo punto, aggiungere la nutella a cucchiaiate sulla superficie del ciambellone.
Con l'aiuto di una forchetta, fare dei movimenti circolari in modo che il ciambellone venga variegato.
Cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 35 minuti.
Fare la prova stecchino.
Quando il ciambellone è freddo, cospargere di zucchero a velo.



martedì 22 febbraio 2011

Pan di Spagna

Per il momenton on ho foto, ma vi assicuro che questo pan di spagna è meraviglioso: soffice e leggero.
L'ho imparato ad un corso di pasticceria fatto qualche anno fa.

Uova intere   12
Farina   400 gr.
Fecola   100 gr.
Zucchero   400 gr.
Vanillina   1 bustina
Lievitp per dolci   2 cucchiaini
Acqua   2 cucchiai


Mettere nell’impastatrice le uova intere  con lo zucchero e lavorarle moltissimo.
Quando è quasi montata, aggiungere i due cucchiai di acqua e continuare a lavorare.
Nel frattempo, setacciare farina, fecola, vanillina e lievito.
Quando le uova sono montate, unire poco per volta le farine, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno per non smontare il composto.
Versare l’impasto in una teglia imburrata ed infarinata.
Pareggiare la superficie in modo leggero.

Cuocere nel forno già caldo a 180°, nel ripiano centrale, per circa 30 minuti.
Fare la prova stecchino.
Mettere nello sportello un cucchiaio di legno in modo che il forno rimanga leggermente aperto: questo serve per far uscire il vapore.

lunedì 21 febbraio 2011

Zuppa di legumi

Lenticchie
Ceci
Fagioli borlotti
Orzo
Cipolla   1
Carota   2
Sedano
Pomodoro secco   1/2
Olio extravergine di oliva
Acqua   2 litri
Sale
Passato di pomodoro 4-5 cucchiai.


Tenere a bagno dalla sera prima le lenticchie, i ceci e i fagioli.
Io ho usato i fagioli borlotti in scatola perciò non li ho messi a bagno.
Tritare nel mixer cipolla, carota e sedano.
Far rosolare in una pentola il trito e ½ pomodoro secco con dell’olio extravergine di oliva.
Unire i legumi scolati e l’orzo.
Aggiungere 2 litri di acqua e il passato di pomodoro.
Salare.
Cuocere per circa 50 minuti.

domenica 20 febbraio 2011

Torta Hello Kitty


pan di spagna
panna montata
crema chantilly
nutella
gelatina per ostie
coloranti alimentari in polvere

ostia bianca

Fare un normale pan di spagna
Io in questo caso h l’ho fatto rettangolare.

Per prima cosa scelgo un disegno,lo fotocopio e lo ingrandisco della dimensione che voglio.
Io utilizzo un foglio di ostia bianca che compro in un negozio specializzato di articoli per dolci.
Tagliarlo della stessa misura del pan di spagna.
Serve anche un pennarello nero alimentare.
Poggio il foglio di ostia sul disegno e lo decalco.

A questo punto, dividere il pan di spagna a metà inzupparlo.
Io faccio uno sciroppo con il succo di frutto, solitamente di albicocca.
Lo farcisco con la crema chantilly.
Ricomporre la torta, mettendo sopra l’altra metà del pan di spagna.
Inzuppare bene anche la superficie.
Fare uno strato di panna montata cercando di  allisciarla il più possibile.
Quindi, poggiare sopra la panna il foglio di ostia decalcato: l'ostia, a contatto con la panna, si scioglie (non so come dire).
Col pennello di silicone, spalmo la gelatina (specifica per ostie) sul disegno.
Con la tasca di tela, faccio i bordi del disegno con la nutella e,per ultimo,riempio tutti gli spazi,con ciuffettini di panna colorata.
Sembra una cosa complicatissima….ma non lo è !!!!

venerdì 18 febbraio 2011

Fettine fritte speziate

Fettine di petto di polllo
Uova
Pangrattato
Spezie messicane
Sale
Olio per friggere




Io ho utilizzato le spezie messicane che si trovano in tutti i supermercati.
Mescolare il pangrattato con le spezie messicane.
A parte sbattere le uova con un pizzico di sale.
Tagliare le fettine di pollo a pezzettini.
Passare le fettine, da tutte due le parti, prima nelle uova sbattute e poi nel mix di pangrattato – spezie.
Premere bene con il palmo della mano perfar aderire bene il pangrattato.
Friggere.

mercoledì 16 febbraio 2011

Tortino di bietole



Bietole   1 mazzo
Cipolla   ½
Aglio   1 spicchio
Olio extravergine di oliva
Sottilette   2-3
Uova   2
Parmigiano grattugiato   2-3 cucchiai
Pangrattato

Lavare le bietole e tagliarle (usare anche i gambi)..
Lessarle  (io le ho fatte cuocere 5 minuti nella pentola a pressione).
Far rosolare uno spicchio d’aglio intero e la cipolla tritata sottile in un tegame con dell’olio extravergine di oliva.
Appena inizia a soffriggere, unire le bietole lessate.
Cuocere per circa 10 minuti.
Togliere lo spicchio d’aglio.
Far raffreddare un pochino.
Aggiungere le uova intere, il parmigiano grattugiato e le sottilette tagliate a pezzettini ( si può usare anche un altro tipo di formaggio).
Foderare una teglia di carta forno.
Mettere sul fondo una manciata di pangrattato.
Versare sopra il composto.
Cospargere la superficie di pangrattato e di parmigiano.
Cuocere nel forno già cado a 180° per circa 25 minuti…ma dipende dal forno.


Si può anche cuocere come una normale frittata....ma, secondo me, non ne vale la pena...è buonissima anche al forno

domenica 13 febbraio 2011

Funghi ripieni


Funghi champignon
Aglio
Prezzemolo
Prosciutto cotto
Gambi dei funghi
Fontina
Uovo
Pancarrè   2 fette
Sale
Grana grattugiato
Pangrattato
Olio extravergine di oliva


Togliere la crosta alle fette di pancarrè.
Mettere nel mixer i gambi dei funghi. L’aglio, il prezzemolo, una fettina di prosciutto cotto, 2 fettine di fontina, le fettine di pancarrè e un uovo intero.
Feullare.
Riempire i funghi con l composto.
Sistemarli nella teglia crisp.
Cospargere la superficie di graa grattugiato e di pangrattato.
Irrorare con un filo di olio.
Cuocere nel crisp per circa 10 minuti.

Io li ho cotti nel crisp ma si possono cuocere in un qualsiasi forno.



sabato 12 febbraio 2011

Quiche di cipolle



Cipolle   3
Ricotta   300 gr.
Parmigiano grattugiato   150  gr.
Uova   2
Olio
Sale
Pepe
Noce moscata
Pasta sfoglia   1  rotolo


Ricetta tratta dal libro "Cotto e Mangiato" di Benedetta Parodi

Mettere nel mixer le cipolle e tritarle.
Farle rosolare in un tegame con dell’olio extravergine di oliva.
A metà cottura unire un po’ d’acqua.
Farle cuocere abbastanza bene.
Mettere in una ciotola la ricotta (io ne ho messo un pochino in più) e aggiungere le cipolle, il parmigiano grattugiato, le uova, il sale, il pepe e la noce moscata (io non l’ho messa).
Rivestire una tortiera con la carta forno e metterci sopra la pasta sfoglia tenendo il bordo alto.
Versarci sopra tutto il composto.


Cuocere in forno a 200° per circa 30 minuti.

Al posto della pasta sfoglia si può usare anche la pasta briseé o la pasta per pizza.

Eccomi di nuovo qua !!!!
Scusatemi se sono sparita e non ho pubblicato più niente.
Ma, tra tosse, mal di gola, raucedine (questa per me è la cosa peggiore perchè non riesco proprio a stare zitta) w febbre non avevo proprio voglia di stare al computer.
Ora la febbre è passata ma ho ancora tutto il resto....
Ieri sono rimasta tutto il giorno a letto....per fortuna mia figlia Federica ha preparato il pranzo lei...


A breve metterò una nuova ricetta.

mercoledì 9 febbraio 2011

Vitel tonnè


Noce di vitello   700 gr.
Cipolla   1
Sedano   1 costa
Carota   1

Per la salsa
Maionese   500 gr.
Tonno sott’olio sgocciolato   240 gr.
Filetti di acciuga   5
Capperi sotto sale   1 cucchiaino
Pomodorino pr guarnire

Questa ricetta è tratta dal libro "Cotto e Mangiato" di Benedetta Parodi.
Ci sono tante idee veloci da realizzare.

Io ho comprato un pezzo di carne bovina.
Legare la carne con lo spago.
Farla bollire per circa 1 ora e ½ con cipolla, carota e sedano (io ho aggiunto anche del prezzemolo).
Salare.
Far raffreddare la carne nel suo brodo.
Mettere nel mixer il tonno sgocciolato, i filtti di acciuga, i capperi (io ho usato quelli sott’aceto) e la maionese.
Quando la carne è fredda, tagliarla a fettine sottili.
Distribuire le fette a raggiera in un piatto e ricoprirla con la salsa.
Completare con qualche cappero e un pomodorino per decorare.
Far riposare in frigo.





lunedì 7 febbraio 2011

Quenelle di carciofi


Carciofi
Aglio   1 spicchio
Cipolla   1/2
Uovo   1
Grana grattugiato
Sale
Pane raffermo

Olio per friggere

Prendere del pane di qualche giorno prima ( non deve essere molto duro).
Metterlo nel mixer senza ridurlo in polvere : deve rimanere a pezzettini.
Tagliare i carciofi in 4 spicchi e lessarli.
Io li ho messi nella pentola a pressione li ho fatti cuocere per 10 minuti dal fischio.
Poi, scolarli, metterli in un piatto e schiacciarli con una forchetta.
Far rosolare in un tegame con dell’olio extravergine di oliva, un trito di aglio e cipolla tritato.
Unire i carciofi e farli cuocere per 5 minuti.
A questo punto, trasferirli in una ciotola.
Aggiungere un uovo, un pizzico di sale, un cucchiaio di grana grattugiato e il pane a pezzettini molto piccoli.
Formare le “quenelle” e friggerle nell’olio caldo.

sabato 5 febbraio 2011

Tartellette di frolla con crema e frutta


Pasta frolla
Crema pasticcera
Banane
Pesche
Kiwi
gelatina

Preparare una normale  pasta frolla.
Rivestire con la pasta frolla degli stampini dele forma che preferiamo : l’importante è che non siamo grandi perché si devono poter mangiare in un solo boccone.
Mettere sulla pasta frolla di ogni stampino dei fagioli secchi.
Cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.
Una volta cotti, togliere i legumi e far raffreddare.
Riempirli con la crema pasticcera.
Decorarli con pezzetti di frutta : io ho usato banane, pesche e kiwi.
Spennellarli con la gelatina per evitare che la banane si annerisca.
Conservarli infrigo.


venerdì 4 febbraio 2011

Quadrotti di sfoglia con mozzarella


Pasta sfoglia   2 rotoli
Mozzarella
Passato di pomodoro
Uovo per spennellare

Stendere i rotoli di pasta sfoglia (meglio se rettangolari).
Spalmare sopra il passato di pomodoro e, poi, mettere le fettine di mozzarella.
Chiudere con l’altro rotolo di pasta sfoglia.


Spennellare con l’uovo sbattuto.
A questo punto, con la rotella tagliapasta, tracciare delle linee verticale e poi orizzontali in modo da formare dei piccoli quadratini.


La cosa importante  è di non calcare troppo con la rotella per far si che, durante la cottura, rimangano unite.
Cuocere in forno già caldo a 200° per cica 15 minuti o fino a quando la superficie sarà dorata.
Quando si è intiepidito, ripassare con la rotella e staccare i quadratini.


giovedì 3 febbraio 2011

Ciambelline



Farina  500 gr.
Zucchero  200 gr.
Margarina o burro  150 gr.
Tuorli  2
Uovo intero  1
Lievito  1 bustina
Vanillina 1  bustina
Scorza di un limone



Io ho usato l’impastatrice ma si può fare tranquillamente a man : l’importante è non lavorarla troppo.

Sbattere le uova con lo zucchero.
Unire il burro, che deve essere morbido.
Quindi, unire anche la farina, la margarina, il lievito, la vanillina e la scorza del limone grattugiata.
Formare una palla.
Io non l’ho fatta riposare.
Stendere la sfoglia ad uno spessore di ½ cm. (non deve essere sottile).
Ricavare le ciambelline con le forme che preferiamo.
Cuocere nel forno già caldo a 170° per 8 minuti esatti.
Quando sono fredde, cospargerle di zucchero a velo.

mercoledì 2 febbraio 2011

Crema pasticcera

farina   50 gr
zucchero   100 gr
tuorli   4
latte   ½ litro
la scorza di un limone


Sbattere bene con una frusta i tuorli con lo zucchero, 200 gr di latte e la farina.
Nel frattempo intiepidire i restanti 300 gr. di latte con la scorza del limone.
Quindi aggiungerli al restante composto, mescolare un po’ e poi mettere il tutto sul fuoco facendo attenzione a non far bollire.



VERSIONE CON IL BIMBY


Polverizzare lo zucchero e la scorza del limone  :  20 secondi a velocità Turbo.
Unire tutti gli altri ingredienti e cuocere 7 minuti a Temperatura 80°    Velocità 4.



Torta della nonna


pasta frolla
crema pasticcera
pinoli
zucchero a velo per decorare


Fare una normale pasta frolla ( la mia ricetta si trova  qui ).
Preparare ora la crema pasticcera.
Stendere la pasta frolla e rivestire uno stampo per crostate imburrato ed infarinato.
Bucherellare il fondo.
Versare sopra la crema pasticcera (la ricetta si trova   qui ) e livellarla bene.
A questo punto, ricavare un altro disco di pasta frolla e sistemarlo sulla crema.
Sigillare bene i bordi.
Distribuire sulla superficie i pinoli, premendo leggerente con le mani in modo che aderiscano bene.
Cuocee in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.
Quando è redda, cospargerla di zucchero a velo.

martedì 1 febbraio 2011

Minestra di ceci

ceci secchi   350 gr.
cipolla  1
bietole o cavolo
passato di pomodoro 3- cucchiai
sale
costine di maiale   3  o un piedino di maiale
acqua   2 litri
olio extravergine di oliva


Tenere i ceci a bagno nell'acqua per tutta la notte-
Mettere nella pentola a pressione la cipolla tritata con l'oli e farla rosolare.
Quindi, aggiungere iceci scolati, le foglie di bietole o di cavolo tagliate a pezzettini piccoli, il passato di pomodoro, le costine di maiale tagliate a pezzi grandi, il sale e due litri di acqua.
Chiudere la pantola a pressione e far cuocere per circa 45 minuti dal momento in cui la pentola inizia a fischiare.