lunedì 23 maggio 2011

Sfogliatine capresi di Luca Montersino

Tempo fa ho visto Luca Montersino fare queste meravigliose sfogliatine.
Io adoro i finger food....quindi era ovvio che volessi provarle.
Facilissime e non buone...BUONISSIME !!!!!!!!!!!!




Pasta sfoglia
Pomodorini cieliegia   600 gr.
Sale
Olio extravergine di oliva   75 gr.
Amido di mais   40 gr.
Basilico   12 gr.
Mozzarella

Tagliare i pomodorini in 4 metterli in una ciotola.
Condirli con olio extravergine di oliva, sale, il basilico spezzettato e l’amido di mais.
Al posto dei pomodorini ciliegino si possono utilizzare anche pomodori maturi etagliati a dadin.
Foderare con la pasta sfoglia degli stampini di circa 10 cm. di diametro.
Buchrellare la base con i rebbi di una forchetta.
Versare in ogni stampino un pochino di ripieno.


Mettere gli stampini su una teglia.


Cuocere in forno già caldo per circa 15 minuti.
Trascorso questo tempo, mettere sopra ogni stampino dei dadini di mozzarella.
Rimettere in forno per qualche minuto, giusto il temo difar fondere la mozzarella.

venerdì 20 maggio 2011

Crepes

Eccomi di nuovo qui...mamma mia...sono passati 11 giorni dalla mia ultima pubblicazione.
Ho cucinato tante cose durante la mi asenza ma non ho avuto il tempo di inserirne neanche una.... ora, poco per volta, le inserirò...



CREPES

latte   1/2 litro
sale   un pizzico
uova   3
farina   250 gr.
burro   40 gr.

Fondere il burro (io l'ho messo nel microonde). 
Setacciar la farina e metterla in una ciotola.
Aggiungere un oizzico di sale, il latte, le uova intere e il burro fuso.
Sbattere questo composto con una frusta manuale o, come ho fatto io, con quelle elettriche.
Far riposare in frigo 30 minuti.
Aggiungere il burro liquefatto.
Preparare le crepes, versando un mestolo di impasto nella padellina.
Girarla.
Riempire con un ripieno dolce o salato.

lunedì 9 maggio 2011

Polpette di verdure

Questa ricetta è molto utile per utilizzare qualsiasi tipo di verdure.
Io ho preso spunto da una ricetta che visto fare da Alessandro Borgese nella trasmissione di Sky "In cucina
con Ale"....ma ho fatto le mie modifiche.




Melanzana   1
Zucchina   1
Patata media   1
Carota   1
Aglio   1 spicchio
Prezzemolo
Basilico
Menta secca
Uovo   1
Pane raffermo
Pangrattato
Uovo
sale

Lessare la melanzana, la patatta, la carota e la zucchina.
Io le ho messo nella pentola a pressione e le ho fatte cuocere 8 minuti dal momento in cui inizia a fischiare.
Una volta cotte, scolarle bene e metterle nel mixer con tutti gli altri ingredienti.
Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido, aggiungere del pane raffermo tritato.

A questo punto, si possono cuocere in due modi.

Fare delle polpette, schiacciarle e sistemarle su una teglia foderata di carta forno.
Io , per dare la forma, ho usato un coppa pasta.


La seconda opzione, secondo me molto più buona, è quella di formare elle polpette e friggerle.



mercoledì 4 maggio 2011

Penne con tonno e pomodoro

Altra versione di pasta con il tonno con tutti i sapori del Mediterraneo.


Tonno sott’olio
Aglio
Olio extravergine di oliva
Pomodori freschi o polpa di pomodoro
Olive
Prezzemolo tritato


Mettere in una padella capiente uno spicchio di aglio intero o diviso a metà e farlo soffrigere.
Unire il tonno (io ho messo anch l’olio) e cuocere per qualche minuto.
Aggiungere i pomodori tagliati a pezzettini e le olive.
Far insaporire.

Scolare la pasta e farla saltare in tegame.
Volendo, a cottura ultimata, si può aggiungere del prezzemolo tritato

martedì 3 maggio 2011

Focaccia alla genovese (fügassa)

Altra ricetta di Sonia Peronaci di  Giallo Zafferano
Questa focaccia è deliziosa:ottima: sia da mangiare senza niente sia farcita.
E' facilissima da fare: occorre solo un pò di tempo per la lievitazone.



Farina (meglio se manitoba)   600 gr.
Acqua   400 ml.
Olio extravergine di oliva   40 ml. + 100 ml.
Malto   1 cucchiaino oppure 2 cucchiaini di zucchero
Sale   5 gr.
Lievito di birra   25 gr.
Sale grosso

In una ciotola, mettere l’acqua a temperatura ambiente,40 gr. di olio e il sale.
Mescolare bene il tutto.

Mettere il gancio nella planetaria.
Versare nell’impastatrice, il liquido preparato e metà della farina.
Far lavorare fino ad ottenere una pastella liquida ed omogenea.

Aggiungere il lievito semplicemente sbriciolato con l mani : ricordarsi che il lievito deve essere aggiunto lontano dal sale.

 Impastare per altri 3 minuti.

Unire l’altra metà della farina e continuare a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Quando si toglie dalla planetaria, risulterà un pochino appiccicoso : spolverizzarlo con poca farina, giusto il tanto per togliere quel senso di appiccicoso.
Formare un panetto.
Spennellare la leccarda del forno con 50 ml. Di olio e mettere al centro il panetto.
Spennellare con dell’olio anche il panetto.
Metterlo nel forno spento e con la lucina accesa


Deve raddoppiare di volume : ci vorrà circa 1 ora -1 ora e ½.

A questo punto, stendere la pasta con le mani piatte controllando  che sotto ci sia ancora dell’olio altrimenti rischierà di attaccarsi.
Spennellarla sempre con dell’olio ricoprendo completamente la leccarda.

Cospargerla con del sale grosso e metterla a lievitare per altri 30 minuti.

Con i polpastrelli fare le classiche fossette e cospargere con i 50 ml. Di olio rimasti facendo in modo che si possano riempire anche i buchini.
Rimettere a lievitare per altri 30 minuti.

Con no spruzzino, cospargere di acqua : in questo modo la focaccia rimarrà molto morbida.
Dare anche 2 spruzzate dentro il forno.
Cuocere in forno già caldo a 200°  per almeno 15 minuti.
Una volta cotta, toglierla dalla teglia emetterla su una gratella: in questo modo rimarrà croccante



domenica 1 maggio 2011

Is malloreddus con sugo di salsiccia fresca

Gli gnocchetti sardi sono uno dei piatti più caratteristici della cucina sarda, più noti come "is malloreddus".
Per quanto possa sembrare strano, è una pasta facilissima e anche abbastanza veloce da preparare.
Is malloreddus, tradotto dal sardo,significa "vitellini"...anch se non ne capisco il motivo......
Solitamente, vengono conditi con
sugo di salsiccia fresca


gnocchetti sardi
sugo con salsiccia fresca
pecorino grattugiato


Preparare is malloreddus o comprarli già fatti.
Preparare il sugo con la salsiccia fresca.
Scolare is malloreddus e condirli con il sugo.
Copargere di pecorino sardo grattugiato.





Is malloreddus (Gnocchetti sardi)

Gli gnocchetti sardi sono uno dei piatti più caratteristici della cucina sarda, più noti come "is malloreddus".
Per quanto possa sembrare strano, è una pasta facilissima e anche abbastanza veloce da preparare.
Is malloreddus, tradotto dal sardo,significa "vitellini"...anch se non ne capisco il motivo......
Solitamente, vengono conditi con sugo di salsiccia fresca






Semola finissima di grano duro   500 gr.
Acqua   1 bicchiere
Sale   1/2 cucchiaino
zafferano   (facoltativo)

Sciogliere il sale in un bicchiere di acqua tiepida.

Disporre la semola a fontana sulla spianatoia e versare, poco per volta, l'acqua con il sale al centro.
Naturalmente, tutto questo si può fare con l'impastatrice, come ho fatto io.
Volendo si può aggiungere lo zafferano sciolto in un pochino di acqua tiepida.
Si deve ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Avvolgere la pasta nella pellicola e farla riposare un'oretta.
Fare dei rotolini e tagliare dei pezzettini piccolissimi.
Passarli in una forchetta o, meglio ancora, un attrezzo piccolino simile ad un tagliere  con delle scanalature rigate.




Sistemarli suun canovaccio infarinato, facendo attenzione che non si attachino.
Coprirli con un altro canovaccio.
Conservarli così per una mezza giornata.
Lessarli in acqua salata per circa13-15 minuti.

Sugo con salsiccia


Con questo sugo, in Sardegna, si condiscono sopratutto is malloreddus (gnocchetti sardi)



Salsiccia fresca a pezzettini
Aglio   1 spicchio
Cipolla
Zafferano
Pelati basilico
Olio extravergine di oliva

Privare la salsiccia del budello e tagliarla a pezzettini.
Far soffriggere la cipolla tritata finemente e uno spicchio d’aglio intero odiviso a metà.
Unire la salsiccia e farla rosolare.
Unire i pelati passati e mettere il coperchio.
Dopo circa 10 minuti, unire una bustina di zafferano.
Continuare la cottura per altri 10-15 minuti irca.
A cottura ultimata, unire 1-2 foglie di basilico.

Con questo sugo, sono ottimi gli gnocchetti sardi (is malloreddus).