martedì 14 febbraio 2012

Zeppole sarde

Le zeppole sono un tipico dolce sardo che si prepra nel periodo di Carnevale.
Ce ne sono di due tipi : quelle tipo ciambella e quelle lunghe a spirale.
Ovviamente, gli ingredienti variano un pochino a seconda dei paesi.
Io ho fatto queste che ho imparato anni fa ad un corso di pasticceria.


Ne ho anche congelato una parte : basta farle scongelare naturalmente e, poi, passarle pochissimi secondi al microonde oppure far scaldare il forno, spegnerlo e metterle dentro per qualche minuto.


farina    1000 gr.
farina Manitoba    500  gr.
zucchero    40  gr.
margarina    75  gr.
uova intere    6
latte    900  gr.
sale    30  gr.
patate lesse    50  gr.
ricotta    90  gr.
lievito di birra    50  gr.
arance ( scorza grattugiata )    1  ( 40 gr. )
vanillina    2  bustine
zafferano    3  bustine
liquore (grappa – Grand Marnier – Cointreau – acquavite )    ½ tazzina da caffè


Si possono fare anche a mano ma è veramente un lavoraccio.
Io ho utilizzato la planetaria con il gancio.
Mettere nel Ken la farina, la farina Manitoba, la scorza delle arance, la margarina, lo zucchero, il sale, le patate lesse, la ricotta, le uova intere, la vanillina, l’essenza d’arancia, lo zafferano e il liquore.
Accendere il Ken a Vel. 1.
Po per volta aggiungere il latte.
Dopo circa 3-4 minuti, unire il lievito sbriciolato.
Continuare incorporando il latte.
Continuare a lavorare per circa 15 minuti a velocità 2-3.
La pasta è pronta quando si stacca dalle pareti e deve risultare liscia, elastica e lucida.

A questo punto versare la pasta in un grande insalatiere.
Bagnare tutta la superficie con il latte.
Se si vuole far lievitare la pasta in 60 – 90 minuti metterla nel forno spento dopo averla portato aa 30°.


Se, invece, si vuole friggere nel pomeriggio, si può preparare la pasta la mattina : in questo caso utilizzare solo 20 gr, di lievito di birra.

La pasta deve triplicare di volume.


Col manico di un mestolo, allargare il buco.

Una volta fritte passarle nello zucchero semolato.
Per friggere prendere un po’ di pasta con le mani ( bagnarsi sempre le mani nel latte ), allargarla formando un buco e immergere nell’olio.

1 commento:

ary/enza ha detto...

mi piace il tuo blog:) splendide ricette e ti seguo con piacere :) se ti va passa da me anche se sono alle prime armi :) ciao :)